Govone e i suoi percorsi

NASCONO I PERCORSI NATURALISTICI
BELLEZZA AUTENTICA, DENTRO E FUORI LE MIE MURA

Ecco i percorsi naturalistici di Govone!

Grazie all’App potrete vivere appieno le bellezze della mia terra reale ai confini tra Langhe, Roero e Monferrato.

Quattro itinerari da percorrere a piedi o in bici per respirare a pieni polmoni tra le vigne e le colline che circondano le mie mura.

Un’esperienza completa e appagante che unisce storia, arte, cultura, buon cibo e buon vino, relax e natura.

Scaricate la App e scopriteli tutti!
Vi aspetto!

PONTE DEL RE

10 km | 2h 30'

Presso l’Archivio di Stato di Torino è conservato un disegno che rappresenta l’antica strada che da Torino portava a Govone e poi ad Alba, attraversando il rio Vaneschia.

Tra il 1819 e il 1820, re Carlo Felice di Savoia, avendo eletto il Castello di Govone come residenza estiva preferita, lamentava la scomodità del viaggio da Torino che, tra Priocca e Govone, comportava il guado di un torrente. Per evitare il traino della carrozza con due paia di buoi, tra il 1823 e il 1824, il sovrano fece costruire un ponte in regione Vaneschia. Dell’originario ponte rimane solo l’arcata in mattoni, mentre il piano stradale è stato modificato per agevolare il passaggio dei mezzi agricoli.

Scarica il GPX su Komoot

Chiesa e Convento di Craviano

6 km | 2h

Prima della costruzione del convento omonimo esisteva a Craviano una piccola chiesa dedicata alla Madonna delle Grazie che risulta in buono stato ancora nel 1651.
Carlo Felice di Savoia si recava spesso in visita alla cappella durante la villeggiatura al castello così decise di costruire a sue spese, un convento per i padri Cappuccini, i quali vi rimasero fino al 1895, anno in cui venne affidata ai Padri Dottrinari. Tra 1823 e il 1824 la costruzione fu affidata all’ingegnere Barbavara che conservò l’antica chiesa.

Scarica il GPX su Komoot

Molino Gerotte

6.5 km | 2h

Nel 1720 il Conte Ottavio Francesco Solaro decise di prolungare la Bealera, che
terminava nel territorio di Magliano, per irrigare i suoi territori di Govone. Terminato il canale irriguo fu costruito lungo il suo percorso un Mulino a due ruote, l’attuale Mulino Gerotte, e un secondo mulino a tre ruote ormai scomparso. L’edificio di origine settecentesca è ancora funzionante e conserva tutti i macchinari per la macinatura e la lavorazione della canapa.

Scarica il GPX su Komoot

Cadiliano, Stella, San Pietro

5 km | 1h 30"

Borgo autonomo intorno all’anno Mille con il nome di Cadiliano o Caylano, era caratterizzato da un proprio castello e da una cappella dedicato a San Pietro. Non molto lontano tra il 1200 e il 1207 un gruppo di abitanti di Govone, Priocca e Cadiliano tentarono di fondare un nuovo borgo chiamato Stella, situato sull’omonima collina, per affrancarsi dalla giurisdizione del Vescovo di Asti e dai suoi Vassalli Signori di Govone. L’attuale frazione di Govone si è poi sviluppata attorno alla chiesa di San Pietro, ricostruite nel 1923.

Scarica il GPX su Komoot