Govone Art - Castello Reale di Govone
16445
page,page-id-16445,page-template,page-template-full_width,page-template-full_width-php,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-7.6.2,wpb-js-composer js-comp-ver-4.6.2,vc_responsive
 

Govone Art

L’iniziativa “Govone Arte”intende valorizzare ed arricchire l’offerta culturale e turistica del paese di Govone e della Residenza Sabauda dando nuovo impulso ad un’attività espositiva già avviata negli anni scorsi e che in seguito alle ultime ristrutturazioni del Castellopotrà giovarsi di spazi modernamente attrezzati all’interno di una cornice di indubbio valore storico ed artistico.

L’intento è quello di offrire ai turisti che in buon numero visitano ormai ogni fine settimana gli appartamenti reali del piano nobile della Residenza Sabauda un nuovo percorso dedicato all’arte declinata nelle sue piùdiverse forme,con particolare attenzione all’espressione contemporanea. Il progetto prevede dunque un’offerta continuativa di esposizioni, almeno nel periodo di apertura del Castello, che possa diventare vetrina d’arte permanente e motore di promozione culturale sul territorio.

Essenziale per il successo del progetto sarà il suo inserimento nella rete museale esistente sul territorio e una costante relazione con amministrazioni locali, enti privati ed istituzioni culturali che porti a sviluppare una efficiente rete di promozione integrata.

Lungo il suo percorso “Govone Arte”alterneràmostre personali di artisti di spicco a mostre collettive di giovani emergenti, con particolare riguardo alle energie espresse dal territorio,garantendo ad entrambe le categorie lo stesso rigore metodologico.Questo binomio èstudiato per mantenere da un lato un’autorevolezza che consenta alla rassegna di consolidarsi come un centro d’arte riconoscibile, grazie all’eccellenza degli artisti chiamati ad esporre nelle mostre personali, dall’altro proporsi come opportunità per giovani artistii quali nell’ambito di mostre collettive potranno usufruire della visibilitàdi una vetrina artistica giàconosciuta.

L’ambiente dedicato alle mostre riattiva alcuni locali sottoutilizzati del Castello, situati al piano terra e liberi da barriere architettoniche: la “Galleria Alfieri” e le due sale attigue, in corso di restauro, nonché il piccolo giardino chiuso a corte che le introduce. Il recupero di questi ambienti, insieme al recente restauro delle Sale Cinesi, rientra in un disegno globale di riqualificazione del Castello e del centro storico del paese all’interno del qualequesto progetto si va ad inserire con l’ambizione di essere non solomomento accessorio, ma strumento efficace ed essenziale per la conservazione e la condivisione del patrimonio culturale.